Storie vere: i costi nascosti delle vendite su Amazon, eBay e Etsy

True Stories: The Hidden Costs and fees of Selling on Amazon, eBay and Etsy

Sarebbe bene sapere che percentuale prende eBay, quanto fa pagare eBay per vendere, le spese di vendita di Etsy, le spese di eBay e il loro calcolatore di spedizione, le spese di inserzione di eBay, le spese di Etsy e quanto fa pagare Etsy,... e Amazon o qualsiasi altro mercato. Il prezzo che paghi per vendere, ma allo stesso tempo, stai perdendo i preziosi dati dei clienti e in realtà il tuo futuro aziendale.

Gestire un'impresa comporta già un rischio considerevole - devi assumerne ancora di più per amore della convenienza? E se le entità a cui ti affidi per fare il lavoro pesante avessero il potere (e i diritti) di chiudere il tuo business all'istante?

Nel nostro precedente articolo abbiamo discusso gli 8 benefici di avere il proprio negozio online e abbiamo cercato di informare coloro che scelgono di usare marketplace gestiti da terzi dei rischi che ci sono nel mettere tutte le uova in un paniere.

Questo articolo vuole essere una continuazione di quella discussione, ma vorremmo indagare più affondo per scoprire quali sono i rischi nascosti e i costi reali della scelta di affidarsi troppo ad Amazon, eBay e Etzy - tre dei più usati marketplace in Nord America.

Cominciamo valutando le commissioni che i venditori pagano in anticipo a questi marketplace.

(Nota dell’autore: le seguenti informazioni sono aggiornate al 25 aprile 2018, prezzi e politiche sono soggette a cambiamenti. Per delle informazioni aggiornate è meglio fare riferimento alle pagine delle compagnie. Cliccate sul nome dell’azienda e verrete reindirizzati alle loro rispettive pagine)

Commissioni di vendita: Amazon

Amazon aveva più di 310 milioni di clienti attivi nel 2016. È il più popolare gestore di marketplace al mondo, e funziona meglio per le persone che vogliono spostare diversi prodotti ad alti volumi il più velocemente possibile.

Commissioni di vendita su Amazon (USD)

Commissioni per pezzo: le commissioni sono 9.99 per oggetto venduto, (0 se il venditore è iscritto ad un piano di vendita del costo di 39.99 $ al mese)

Commissioni di rinvio: (praticamente commissioni di transazione) vanno dal 6% al 45%, ma è il 15% per molte delle categorie di oggetti venduti sul marketplace. Le commissioni di rinvio sono calcolate in base al totale speso dal consumatore, incluse tasse, spedizione e costi per incartare i regali.

Commissioni di spedizione : sono gestite dal credito di spedizione di Amazon, e l’importo di credito varia in base al piano di vendita. I costi che vanno oltre i crediti di spedizione di solito vengono aggiunti al costo finale del prodotto ( il che ha fatto alzare qualche sopracciglio in passato). Questo spesso succede anche su eBay.

Commissioni di chiusura variabili ( anche conosciute come commissioni di chiusura) sono un fisso di 1.80 dollari addebitato per qualsiasi articolo di musica, video, software, console di giochi, venduta attraverso Amazon.

Commissioni di vendita: eBay

eBay aveva 170 milioni di utenti attivi nel 2017. I venditori che usano questa piattaforma hanno un maggior successo vendendo articoli con un ampio margine, come pezzi da collezione e veicoli.

Commissioni di vendita su eBay (USD)

Commissioni di inserimento: sono 0.30 dollari per articolo caricato sul marketplace. Tranne alcune eccezioni, i primi 50 articoli sono gratuiti.

Commissioni di valore finale sono addebitate una volta che l’articolo è venduto. Una percentuale del valore totale delle vendite viene trattenuto, varia in base alla categoria dell’articolo ( 3.5%-10% del totale del volare della vendita, fino ad un massimo di 350- 750 dollari, rispettivamente). Una commissione finale verrà comunque addebitata nel caso di scambio di informazioni di contatto tra il venditore e il compratore per effettuare la transazione offline.

Commissioni ulteriori potrebbero essere applicate in base alla legislazione del paese di residenza.

E non possiamo dimenticare le commissioni di pagamento di Paypal. Quando riceve pagamenti da un account Paypal, il venditore deve pagare:

  • (in Canada) 2.9% del valore totale della transazione più 0.30 CAD

  • (negli USA) 3.7% del valore della transazione più 0.30 USD

  • ( il resto del mondo) 3.9% del valore della transazione più una tassa fissa ( che dipende dalla moneta in circolazione)

Commissioni di vendita: Etsy

Etsy ha visto più di 33 milioni di utenti usare il suo marketplace nel 2017. Etsy è conosciuto come il luogo in cui artisti e artigiani possono vendere le loro creazioni fatte a mano.

Commissioni di vendita su Etsy (USD)

Commissioni di inserimento: sono 0.20 dollari per ogni articolo messo in vendita. Gli articoli inseriti vengono eliminati dopo 4 mesi, e gli utenti devono ripagare la commissione se vogliono reinserirli. Se un venditore desidera vendere 5 pezzi dello stesso articolo, gli saranno addebitati 0.20 dollari per il primo articolo e il costo di 0.20 dollari gli sarà addebitato per ciascun articolo venduto in seguito.

Commissioni di transazione sono del 3.5% del prezzo esposto oltre al costo per impacchettare l’articolo:

  • In Canada e negli USA, le commissioni di transazione non vengono calcolate insieme alle tasse e ai costi di spedizione ( a meno che queste non siano incluse nel costo finale del prodotto)

  • La vendita da qualsiasi altra parte del mondo comprende le commissioni di transazioni, che include le tasse applicabili. I costi di spedizione non sono inclusi nel calcolo.

Commissioni di pagamento sono definite da Etsy. Etsy ha il suo gateway di pagamento chiamato Etsy Payment. Gli ordini fatti attraverso questo gateway sono soggetti a commissioni che variano da regione a regione, che variano tra il 3% e il 4.4%.

Il sistema di Etsy consiste in una piattaforma su abbonamento che permette ai venditori di creare un sito internet personalizzabile, esistente al di fuori di Etsy ( al costo di 15 dollari). A tutto quello venduto dal questo sito verrà addebitata una commissione del 3.5% del costo dell’articolo meno i costi di spedizione e le tasse. Nel caso in cui venga usato il metodo di pagamento di Etsy, un ulteriore commissione verrà applicata.

Considerazioni

A prima vista ,queste regole di base possono sembrare giuste.

Ma ricordate bene che queste regole possono cambiare in qualsiasi momento, senza molto ( o alcun) preavviso. Loro infatti non sono obbligati ad inviare nessun avviso in anticipo.

Questo significa che non possedete il negozio, ma neanche le relazioni con i clienti che avete costruito con tanta fatica, rendendo faticosa la crescita.

Tutto considerato , il 10-20% del margine di profitto potrebbe sembrare un piccolo prezzo da pagare, ma questi numeri non sono presi in considerazione:

  • Costi del materiali e del lavoro per produrre gli articoli.

  • Tempo e soldi spesi per gestire, impacchettare e spedire gli articoli.

  • Risorse investite per promuovere e pubblicizzare all’interno e all’esterno della piattaforma.

  • Profitto perso dai resi, inclusi costi di riconfezionamento e spese di spedizione, o peggio - nel cassoni cui i prodotti vengono restituiti usati e non possono essere rivenduti.

  • Il tempo perso contattando il supporto clienti per colpa degli acquirenti fraudolenti, dirottatori e blocchi dell’account ( e possibili spese legali).

Inoltre, Amazon, eBay e Etsy obbligano le attività a competere solo sul prezzo. Quando fattori come il valore del marchio e la fedeltà dei clienti viene minimizzata, i venditori non hanno altra scelta se non di vendere le loro creazioni ad un margine di guadagno minimo. Quando i profitti sono già così bassi, un’ulteriore deduzione del 20% è una pillola amara da mandare giu.

Sono luoghi volubili, ostili e crudeli in cui essere- specialmente per le piccole aziende

Storie di cui dovreste essere a conoscenza

Ecco alcuni dei problemi le persone hanno dovuto affrontare vendendo attraverso Amazon, eBay e Etsy.

Amazon:

L'inventario di un venditore del valore di $ 100.000 scompare e Amazon Fulfillment Services (AFS) insiste sul fatto che nulla fosse sbagliato.

Amazon ha chiuso l’account di un venditore dopo che un finto studio legale si è lamentato del suo prodotto di punta.

Un venditore ha perso oltre 400000$ ed è stato forzato a licenziare i suoi dipendenti dopo aver ricevuto una raffica di cattive recensioni sul suo prodotto di punta. Prodotti contraffatti falsano la classifica dei migliori prodotti.

Un malfunzionamento nel software di un fornitore ha modificato il costo degli articoli ad 1 centesimo. AFS ha inviato i prodotti a quel costo a scapito del venditore. Molti hanno affrontato ingenti perdite e alcuni hanno chiuso.

Amazon ha cambiato i termini di restituzione, i venditori sono costretti non solo a sostenere i costi delle spedizioni dei resi, ma anche i costi delle frodi dei finti resi.

I rischi dell'utilizzo di Amazon sono evidenti con una sola occhiata a quanti avvocati si sono specializzati nella difesa dei venditori Amazon da dirottatori e dalle sospensioni sospensioni dell'account.

eBay:

I venditori su eBay si sentirono oltraggiati dopo che eBay ha modificato lo sconto per i migliori venditori ( TRS - Top Rated Seller) dal 20% al 10%

Il curioso caso della sparizione dei prodotti messi in vendita.

"... la politica di eBay consente (questa) frode" fornendo il vantaggio del dubbio agli acquirenti nel caso di una restituzione ed è lenta nel rispondere anche in casi in cui è chiara un’attività fraudolenta in corso.

eBay ha sospeso l’account di un venditore per avere rifiutato l’offerta di un acquirente di concludere la transazione offline.

Incoraggia venditori ad accettare acquirenti con un punteggio di feedback uguale a zero - il che probabilmente significa che erano cattivi compratori e che eBay li aveva sospesi in passato.

Qui c’è l'elenco di un venditore dei motivi per cui eBay non sia più il luogo adatto alle piccole imprese e poi un gruppo di ex venditori di eBay andatosene dopo aver sperimentato parecchie frustrazioni con la piattaforma ha creato un gruppo su Facebook.

Etsy:

Un venditore ha visto il suo negozio chiudere a causa delle lamentele di un acquirente fraudolento a cui è stato dato il beneficio del dubbio.

Quando le persone cliccano sul link nelle pagine social dei prodotti messi in vendita, vengono reindirizzati a degli articoli simili invece che al prodotto che il venditore stava promuovendo.

Cambiamenti di politica improvvisi e non dichiarati (a parte un post su una discussione) nel tentativo di rendere Etsy più simile a un sito di social network, hanno reso acquirenti e venditori ricercabili con i loro nomi reali - rivelando la loro un tempo privata cronologia degli acquisti e le loro ricerche.

Hanno smesso di supportare i piccoli venditori e i loro prodotti artigianali per supportare i prodotti di massa che spesso imitano i prodotti più popolari, intasando i risultati di ricerca e spingendo i piccoli produttori in fondo ai risultati delle ricerche.

Sono stati accusati di censurare commenti poco positivi sulla piattaforma nei suoi stessi forum, e di cancellare le recensioni negative dei migliori venditori in modo che abbiano il 100% del tasso di feedback positivi

La lista delle problematiche che un utente ha avuto con Etsy, e la pagina formata su Facebook da ex venditori di Etsy che sono stati sospesi, bannati o hanno cercato di spostarsi su una piattaforma diversa.

Gestire la propria attività costituisce già un rischio tremendo. Ma questo rischio cresce in modo esponenziale se decidete di mettere tutti i vostri mezzi di sussistenza in mano a delle compagnie che devono rispondere solo ai loro azionisti.

Le storie di cui vi abbiamo parlato sono un ricordo di questa realtà: ad Amazon, eBay e Etsy non importa di voi. A loro importa dei loro clienti e del loro ricavo.

Il vero costo di vendere attraverso terzi è l’essere costretti a vivere tutti i giorni in costante ansia e paura - essere alla mercé di fattori in continuo cambiamento, incontrollabili ed esterni, dovendo improvvisamente gestire un’attività con dei margini di guadagno bassissimi.

Non è una situazione sostenibile, e non è positiva per il benessere fisico o mentale di nessuno.

Ci sono comunque dei benefici nella vendita attraverso terze parti - può essere abbastanza benefico vendere attraverso le piattaforme e attraverso il proprio sito nello stesso tempo. Ma se non avete ancora creato il vostro negozio, il vostro canale diretto con il consumatore, forse sarebbe tempo di farlo.

È tempo di prendere in mano la situazione. Non è questo il motivo per cui avete avviato un attività?

Tags: Amazon, ebay, etsy

Ultimo blog

Aggiornamento del browser consigliato
Il nostro sito Web ha rilevato che stai utilizzando un browser obsoleto che ti impedirà di accedere ad alcune funzionalità.
Utilizzare i collegamenti seguenti per aggiornare il browser esistente.